Prodotti Per Il Controllo Statico | Nex Flow Air Products

Prodotti Per Il Controllo Statico

Ventilatori a Ioni

Remove Static Charge Over Wide Area if Compressed Air is not Available

Lame D'aria Ionizzanti

Blow-off Dust & Debris from Statically Charged Surfaces, Short & Long Lengths

Ion Blaster Beam™

Blow-off Dust & Debris From Statically Charged Surfaces, Cone Shaped Profile, for Inside Plastic Pipe, Curved Surfaces Containers

Alimentatori Per Il Controllo Elettrostatico

Various Power Supplies to Work with Static Bars and Other Ionization Devices

Barre Per L'eliminazione Elettrostatica +flussometri

Standard and More Powerful Static Eliminator Bars

Pistola Ad Aria Ionizzante

Manually Clean Dust & Debris from Statically Charged Surfaces

Rilevamento Elettrostatico

Products to Ensuring Static Products are Working Effectively

Ionizzatore a Punta Singola

Spot “Neutralization” of Static Charge

Perché Usare Prodotti Per L’amplificazione Dell’aria Con Controllo Della Staticità?

Il controllo della staticità prevede l’uso di dispositivi di eliminazione della staticità (ionizzatori) per eliminare la carica elettrostatica da una superficie. Ci sono diversi tipi di sistemi per l’eliminazione della staticità, ma quelli più utilizzati a livello industriale e con i prodotti per l’amplificazione di Nex Flow sono gli ionizzatori a Corrente Alternata. Con tali ionizzatori, a ogni ciclo di corrente alternata l’aria attorno allo ionizzatore viene “ionizzata” – prima con una carica negativa e poi con una carica positiva. In questo modo è possibile creare una nuvola di ioni positivi e negativi. Con questi tipi di barrette per l’eliminazione della staticità si deve essere in genere piuttosto vicini alla barra per eliminare la staticità dalla superficie. Se la carica sulla superficie è negativa, gli ioni positivi elimineranno la carica negativa, se la carica sulla superficie è positiva, gli ioni negativi neutralizzeranno tale carica. Gli altri ioni vengono eliminati nell’atmosfera.

Gli ionizzatori vengono utilizzati intensivamente a livello industriale, ma la maggior parte delle applicazioni dei prodotti Nex Flow avvengono in combinazione con una lama d’aria o un amplificatore d’aria  per la pulizia e/o per la rimozione della staticità a distanza. Nex Flow utilizza solo barrette anti-staticità di ottima fattura e dotate di alimentatori di voltaggio adeguato a garantirne la longevità. Ecco cosa bisogna cercare in un buon sistema di eliminazione della staticità:

  1. Barrette anti-staticità e “poli” resistenti – nella scelta di uno ionizzatore, la barra anti-staticità dovrebbe essere abbastanza robusta per un ambiente industriale. C’è un’ampia gamma di tecnologie basate sul design a “poli” statici che producono gli ioni. Se il polo si piega o si danneggia facilmente, ciò è indice di una scarsa durata dello ionizzatore (influendo anche sui costi).
  2. Alimentatori da 7 KV o superiori – tutti gli ionizzatori necessitano alimentatori ad alto voltaggio per funzionare. È ben documentato il fatto che un alimentatore da 7 KV o superiore è più adatto rispetto a unità dal voltaggio inferiore (in genere 5 KV), semplicemente perché dura di più. La connessione tra l’alimentatore e lo ionizzatore avviene tramite un cavo ad alto voltaggio e la corrente si perde durante il passaggio nel cavo. Inoltre, il trasformatore di corrente, con il tempo, si deteriorerà. Un alimentatore da 7 KV durerà più a lungo, riducendo quindi i costi di sostituzione.
  3. Alimentatori riparabili – si tratta di una caratteristica molto importante e molti alimentatori NON sono riparabili. Quelli utilizzati da Nex Flow™ possono essere facilmente riparati.
  4. Sicurezza – gli ionizzatori utilizzati da Nex Flow possiedono uno speciale connettore per collegare l’alimentatore, che evita che il contatto diretto (ed eventuali scosse) quando si disconnette accidentalmente l’unità con la corrente attiva.

Come menzionato, gli strumenti di Nex Flow sono utilizzati principalmente per la pulizia di superfici elettrostaticamente cariche e per la rimozione a distanza delle cariche elettrostatiche. Ciò avviene combinando uno ionizzatore (a barra o a “punta”) con un dispositivo di amplificazione dell’aria. Nex Flow lo fa grazie alle lame d’aria, in particolare con lo Ionizzatore Air Blade™, il quale è l’unità più comune per la neutralizzazione e la pulizia di tutti i tipi di superfici piane staticamente cariche, come carrozzerie d’auto (la polvere è carica staticamente), pannelli in plastica di porte, paraurti, case di computer, ecc.) L’Ion Blaster Beam™ utilizza una punta ionizzante connessa a una testina in plastica montata all’estremità di un amplificatore d’aria per creare un cono d’aria ionizzata. Le possibili applicazioni includono la pulizia e la neutralizzazione di serbatoi stampati per soffiaggio e la rimozione degli scarti dal processo produttivo delle macchine per la stampa.

Questi strumenti funzionano prendendo la “nuovola di ioni” prodotta dallo ionizzatore e spingendola da lontano sull’obiettivo, neutralizzando la superficie e pulendola. Una volta rimossa la carica statica, la polvere e i detriti possono essere rimossi con la minima pressione. Per la pulizia tramite soffiaggio sono sufficienti 1,37 o 2 bar di pressione.

Ad ogni modo, esiste molta confusione riguardo a quanto lontano si deve essere dall’eliminatore di staticità per una rimozione efficace. Una lama d’aria e un amplificatore d’aria produrranno un flusso laminare di aria amplificata. Il flusso laminare trasporta l’aria ionizzata prodotta dal dispositivo anti-staticità. Poiché il flusso è laminare, gli “ioni” non si ricombineranno come dovrebbero normalmente, per esempio, con una pistola ad aria compressa. Ciò significa che l’effetto neutralizzante funzionerà da una distanza maggiore. Ma da quanto lontano? Alcune aziende dicono 6 metri, ma ciò sembra improbabile. Anche con un flusso laminare, gli “ioni” si ricombineranno comunque durante il loro percorso. La regola è questa: più concentrata e densa è la “nuvola di ioni”, più veloce sarà la neutralizzazione della superficie carica, e più ci si allontana dallo ionizzatore, anche se si usa un flusso laminare, più debole sarà la nuvole di ioni. Per cui anche da 60 centimetri di distanza si avrà una concentrazione di ioni più scarsa al fine di rimuovere la carica statica o, il tempo necessario per la rimozione sarà maggiore. Se la superficie carica è lontana 6 metri, sarà comunque possibile neutralizzare la sua superficie, ma potrebbe necessitare di qualche minuto anziché di pochi millisecondi.

La questione è che, anche senza aria, una barra anti-staticità lontana 6 metri dalla superficie carica può sempre neutralizzare tale superficie, sebbene potrebbe metterci fino a un ora per farlo. Praticamente parlando, nella maggior parte delle applicazioni non si dispone di tale tempo di esposizione poiché il prodotto è “in movimento”. Nelle applicazioni a movimento lento, il limite pratico è di 60 centimetri dallo ionizzatore. Se l’obiettivo si muove rapidamente, potrebbe non esserci abbastanza tempo per ridurre la carica. In tali situazioni viene utilizzata una barra anti-statica più forte. Il “tempo” di rimozione della staticità non dipende tanto dal flusso laminare, ma dipende dalla forza stessa dello ionizzatore.

Nex Flow o qualsiasi suo altro rappresentate autorizzato nel mondo può dare informazioni e consigli sugli strumenti necessari per una particolare applicazione.

Contattaci

We use cookies to give you the best online experience. By agreeing you accept the use of cookies in accordance with our cookie policy.